COLLABORA CON IL BLOG!

Invia le foto o i filmati del tuo plastico o dei tuoi rotabili a tuttoscalan@gmail.com e saranno pubblicati gratuitamente. Puoi inviare anche articoli che ritieni interessanti, link a siti internet, annunci di fiere o di compravendita, e altro che possa riguardare il fermodellismo in scala N.
Modellismo treni
-

NEWS - NOTIZIE DAL BLOG:

- ATTENZIONE! PURTROPPO DA ALCUNI POST DEL BLOG SONO SCOMPARSE LE FOTOGRAFIE E NON SONO PIU' RECUPERABILI PER MOTIVI A ME SCONOSCIUTI. CON MIO DISPIACERE SONO QUINDI COSTRETTO AD INIZIARE A CANCELLARLI. INVITO QUINDI GLI UTENTI CHE HANNO VISTO SCOMPARIRE LE PUBBLICAZIONI CHE LI RIGUARDAVANO A SEGNALARMELO INVIANDOMI NUOVAMENTE LE LORO FOTO DA PUBBLICARE PER RIFARE GLI ARTICOLI - GRAZIE, ENRICO.

- SEGUI PASSO-PASSO LA COSTRUZIONE DI UN MODULO IN SCALA N A PARTIRE DAL POST N. 149: IL MODULINO DI TUTTOSCALAN. REALIZZALO E MANDACI LE TUE FOTO DA PUBBLICARE.

Scrivete a tuttoscalan@gmail.com per comunicare le vostre notizie fermodellistiche. Verranno inserite in questo punto della pagina in primo piano.


Cerca nel blog o nel web

sabato 18 luglio 2009

IL MIO PLASTICO IN ENNE (parte 3)

Da “Il mio nuovo plastico in enne” ho deciso di cambiare il titolo dei post successivi inerenti il mio plastico in “Il mio plastico in enne” in quanto oramai non è più una novità. Proseguendo nella costruzione ho assemblato la base ed ho sostituito le 4 gambe originarie con delle gambe più massicce, su consiglio di Francesco (falconcrest). Infatti le gambe che ho montato sono da 4 X 4 cm, imbullonate alla base con dei bulloni lunghi 8 cm. Sempre su consiglio di Francesco ho avvitato sotto li 4 gambe 4 rotelle per permettere lo spostamento del plastico. Il telaio del plastico è fatto di longheroni di spessore 2 cm ed alti 7 cm. Dato che i 4 moduli, imbullonati tra di loro sono di dimensioni molto piccole (vedi i post precedenti per le misure) ho utilizzato per il piano del compensato di spessore 4 mm, risparmiando anche molto rispetto a quello di spessore 10 mm. I bordi del plastico sono stati pitturati con della vernice nera ad acqua per legno (inodore in quanto il plastico è nella mia stanza). Ecco comunque una prima foto della base completa nella foto 1:

Immag026                                    foto 1 del 05.07.2009

Nella foto 2 vediamo delle prove di inizio di posizionamento di alcuni binari e scambi (binari Roco e scambi Minitrix). Non c’è ancora nulla di fisso.

Immag000                                  foto 2 del 12.07.2009

Nella foto 3 vediamo l’inizio del fissaggio delle prime lasagne di sughero con sopra montati primi binari stabili. Le strisce di sughero sono incollate sul piano di compensato con della colla vinilica ed i binari sono incollati e assicurati anche con degli appositi chiodini della ditta Amati. Preferisco l’incollaggio del sughero e dei binari perchè così il plastico è più silenzioso al passaggio dei convogli.

                              Immag002                               foto 3 del 18.07.2009

Qui (foto sopra) è stato fissato il binario rettilineo, gli scambi sono ancora removibili. In questo punto ci saranno 2 binari tronchi dove per ora ho pensato di creare una stazione, ma non è ancora una decisione definitiva… si accettano, comunque, sempre dei consigli durante il mio montaggio. Infatti, ad esempio, grazie alle ‘dritte’ di Francesco (falconcrest) ho già adottato dei cambiamenti al plastico.

Nelle foto successive si vedono degli altri scorci di queste prime applicazioni:

Immag001                                foto 4 del 18.07.2009

Nella foto 5 si vede uno scorcio di 2 scambi elettrici sinistri ancora provvisori:

Immag004                                 foto 5 del 18.07.2009

Ed infine, nella foto 6 la presunta stazione ai suoi albori:

Immag003                                   foto 6 del 18.07.2009

Chiedo scura per le foto un po' poco professionali, ma sono state fatte con il cellulare in quanto in quel momento non avevo con me la macchinetta fotografica.

Chiaramente nel proseguo della mia realizzazione sono accettati aiuti, commenti e quant’altro possa servire a me o a chi vuole imparare a rendere più bello e professionale il proprio plastico.

Il mio intento, nello scrivere questi appunti sul mio plastico, è quello di una specie di minicorso per apprendere i vari passaggi di una costruzione fermodellistica semplice. Le tecniche nella costruzione di un plastico sono molte e soggettive, queste sono quelle che io prediligo, ma non è detto che siano le uniche.

Molte complessità le ho eliminate facendo tutta la costruzione ferroviaria in piano, dato anche il poco spazio disponibile per le varie pendenze.

Le linee ferroviarie in pendenza le adotterò, comunque nel mio plastico in scala Z (materiale Marklin) che sto costruendo, che prevede anche un viadotto ed un ponte. Ma qui si parla di tutt’altre dimensioni (1/220) e ci vorrebbe un altro blog dedicato per parlarne...

Ricordo a tutti comunque che potete inviare i vostri consigli, opinioni e commenti all’email: tuttoscalan@gmail.com oppure dare un giudizio e commentare il post cliccando sui link in fondo allo stesso.

Grazie per l’attenzione.

Al prossimo post.

Enrico.

Nessun commento: