COLLABORA CON IL BLOG!

Invia le foto o i filmati del tuo plastico o dei tuoi rotabili a tuttoscalan@gmail.com e saranno pubblicati gratuitamente. Puoi inviare anche articoli che ritieni interessanti, link a siti internet, annunci di fiere o di compravendita, e altro che possa riguardare il fermodellismo in scala N.
Modellismo treni
-

NEWS - NOTIZIE DAL BLOG:

- ATTENZIONE! PURTROPPO DA ALCUNI POST DEL BLOG SONO SCOMPARSE LE FOTOGRAFIE E NON SONO PIU' RECUPERABILI PER MOTIVI A ME SCONOSCIUTI. CON MIO DISPIACERE SONO QUINDI COSTRETTO AD INIZIARE A CANCELLARLI. INVITO QUINDI GLI UTENTI CHE HANNO VISTO SCOMPARIRE LE PUBBLICAZIONI CHE LI RIGUARDAVANO A SEGNALARMELO INVIANDOMI NUOVAMENTE LE LORO FOTO DA PUBBLICARE PER RIFARE GLI ARTICOLI - GRAZIE, ENRICO.

- SEGUI PASSO-PASSO LA COSTRUZIONE DI UN MODULO IN SCALA N A PARTIRE DAL POST N. 149: IL MODULINO DI TUTTOSCALAN. REALIZZALO E MANDACI LE TUE FOTO DA PUBBLICARE.

Scrivete a tuttoscalan@gmail.com per comunicare le vostre notizie fermodellistiche. Verranno inserite in questo punto della pagina in primo piano.


Cerca nel blog o nel web

mercoledì 18 febbraio 2009

COSTRUZIONE LOCOMOTORE FS D245 IN OTTONE (PRIMA PARTE)

Una nicchia di prestigio nel modellismo ferroviario è l'autocostruzione di rotabili in ottone. Perchè costruire in ottone? Gli oggetti ferroviari montati in ottone risultano essere molto ma molto più particolareggiati e vicini alla realtà di quelli pressofusi o di tipo economico e risultano avere, quindi a livello di collezionismo un valore più elevato. Con quest'ultimo materiale si possono costruire rotabili ma anche strutture statiche come piccoli edifici, impianti o segnaletica. Le varie parti vengono saldate a stagno. Comunque passiamo subito ad un esempio pratico sulla gentile concessione di Giuseppe, membro molto attivo del Forum Scala N. Giuseppe ha deciso di costruire una locomotiva D245 in ottone e documentare il tutto sul forum. Noi prendiamo da spunto il suo lavoro per vedere i vari passaggi dell'assemblaggio.
Abbiamo deciso di pubblicare uno stralcio dei messaggi che lui ha inviato nel forum per il fatto che ha eseguito veramente un ottimo lavoro, degno di un professionista e che potrebbe essere utile a chi volesse cimentarsi nell'autocostruzione di un oggetto ferroviario di questo tipo.
Il messaggio integrale si può comunque visionare entrando nel Forum Scala N, visitando le sezioni 'Autocostruzioni Scala N' e 'Autocostruzioni rotabili'.

Buona lettura a tutti.

Giuseppe scrive:

Eccomi con la D245
Come ho detto a Tonicoyote, ho iniziato il montaggio e penso di documentarlo man mano che va avanti.
Metterò una moneta vicino al pezzo fotografato perchè altrimenti con le macrofoto si rischia di perdere la proporzione.


così è come si presenta ora
cosi (o quasi) è come dovrebbe essere alla fine...
il pancone piegato e saldato.sempre il pancone, ma visto dall'interno con le saldature sugli angoli
sono state aggiunte le 4 scalette. I gradini sono stati fissati singolarmente.
qui si vedono i 10 fazzoletti triangolari fissati per reggere la pedana di calpestio.
Sono state montate le 6 balestre, 4 oliatori e uno spandi sabbia.
qui si vedono un oliatore e lo spandisabbia microfusi ancora da staccare
lo spandi sabbia prima della limatura dei pernetti di collegamento
dopo la limatura
nella microfusione della balestra che si vede a sinistra mancava l'asticella verticale di destra. L'ho ricostruita con un pezzetto di ottone e mi sembra che non si noti molto.
Quando poi sarà dipinta in nero penso si vedrà ancora meno.
Sono passato alla realizzazione della cabina di guida.
qui la vediamo aperta prima della piegatura.
ora la cabina è chiusa con una saldatura, la parte superiore deve essere piegata sui lati verso l'interno e saldata
all'interno vengono saldati nelle loro sedi due dadini che serviranno per il fissaggio al pancone
le parti superiori delle fiancate sono state piegate e saldate. In basso sivede la pedana piegata e saldata alla cabina.
il tetto è stato piegato sulla sagoma della cabina e sono stati fissati i particolati come il fischio e la parte superiore della marmitta
qui si vede il coprimotore aperto con già saldati la griglia, lo sportello superiore e il coprimarmitta sullo sfondo.
Il coprimotore è chiuso.
Ho lasciato un poco di luce tra il musetto anteriore e la copertura per poterlo stuccare e arrotondarlo come nella realtà invece che fare lo spigolo vivo
Adesso ho potuto saldare il coprimotore alla cabina.
Comincia a vedersi qualcosa.
...ho piegato e fissato le due pedane laterali, i fari anteriori e ho costruito il carrello per le ruote.
Poi ho fatto una prova di assemblaggio per vedere che tutto coincida.
Ora dovrò rismontare tutto, pitturarla e mettere righiere e accessori vari.

A questo punto non possiamo fare altro che ringraziare Giuseppe per il notevole contributo che ha dato a noi tutti appassionati di fermodellismo in scala N e fargli i nostri complimenti.

Autore: Giuseppe - Tratto dal forum Scala N

Al prossimo post
Enrico

Nessun commento: