COLLABORA CON IL BLOG!

Invia le foto o i filmati del tuo plastico o dei tuoi rotabili a tuttoscalan@gmail.com e saranno pubblicati gratuitamente. Puoi inviare anche articoli che ritieni interessanti, link a siti internet, annunci di fiere o di compravendita, e altro che possa riguardare il fermodellismo in scala N.
Modellismo treni
-
ACQUISTA MATERIALE IN SCALA N SU PREZZISHOCK.IT!

Cerca nel blog o nel web

Caricamento in corso...

sabato 28 febbraio 2009

FOTO MODEL EXPO 2008 A VERONA (IN SCALA N) PARTE PRIMA

Quando vado in fiera, solitamente, scatto molteplici foto dei plastici in scala N esposti per avere degli spunti per la costruzione del mio plastico.

Questa volta vediamo il casello di ‘Cà de Limon’ ed un condominio con poggioli.

Pensando che possano essere utili a tutti le mostro qui di seguito:

Le foto 1 – 2 e 3 riguardano gli scorci del casello ‘Cà de Limon’:

HPIM1650 Foto 1

HPIM1651 Foto 2

HPIM1652 Foto 3

Le successive, invece mostrano il condominio preso da varie angolazioni:

HPIM1616 Foto 4

HPIM1617 Foto 5

HPIM1618

Foto 6

Nella foto 7 si vede anche annesso il deposito locomotive:

HPIM1619 Foto 7

Al prossimo post.

Enrico

venerdì 27 febbraio 2009

IL PLASTICO DI FALCONCREST (INVII SUCCESSIVI) PARTE PRIMA

Il grande Falconcrest ci ha mandato una serie di altre foto del suo maestoso plastico. Ci ha inviato altresì una serie di descrizioni sulle raffigurazioni dettagliate. Il tutto verrà pubblicato in varie parti con annesse le spiegazioni estratte dalle e-mail scritte da Francesco.

Le foto che seguono sono sempre visibli anche nell’album del plastico di Falconcrest cliccando sul link ‘Album’ del blog.

Un nuovo ringraziamento, quindi a Falconcrest per il suo contributo al nostro blog e buon divertimento a tutti.

Francesco scrive:

I binari sono tutti Fleischmann N piccolo con massicciata incorporata (rigorosamente fissati con le microviti della Fleischmann, mai inchiodati o tantomeno incollati! ;la catenaria è tutta Vollmer; I trasformatori Fleischmann e Rivarossi; i comandi tutto a quadro sinottico Fleischmann.
Materiale rotabile principalmente Fleischmann, ma anche Trix, Arnold, Hobbytrain, Roco,Ibertrain. Case ecc kibri, vollmer , faller e preiser x i personaggi, brawa x l'illuminazione.
La foto 4 è un dettaglio dell'uscita dalla stazione principale,

plastico treni scala N 004 dettaglio

Foto 4

la 5 è panoramica da altra angolazione e si vedono in basso i 2 banchi comandi, il piccolo x l'alimentazione e il grande x i comandi;

Nella 5 potrai anche notare come in altre i 2 cappelli che scendono dal soffitto, che vanno a coprire il plastico , proteggendolo cosi quando non lo si usa!

plastico treni scala N 005 visione totale

Foto 5

la 6 è la piattaforma girevole (ma la foto non è chiarissima)

plastico treni scala N 006  piattaforma girevole

Foto 6

e la 7 è il deposito vagoni!

plastico treni scala N 007 deposito vagoni

Foto 7

Il plastico si estende su 2 basi di legno, (una di metri 3 x 2 e una di metri 2 x 1) con relative gambe (la prima ha 8 gambe, la seconda 4) che sommati fanno una superficie totale di 8 metri quadri, in pratica un lato di 4 metri x uno di 2.

La foto 8 è il castello con sotto la linea di montagna;

plastico treni scala N 008 castello

Foto 8

la 9 è la stazione principale(BadenBaden);

plastico treni scala N 009 stazione

Foto 9

la 10 deposito vagoni;

plastico treni scala N 010 deposito vagoni

Foto 10

la 11 TEE Gottardo svizzero riposa tranquillo nel deposito vagoni;

plastico treni scala N 011

Foto 11

la 12 paesaggio al centro del plastico;

plastico treni scala N 012 dettaglio

Foto 12

la 13 un panorama dall'alto della piattaforma girevole;

plastico treni scala N 013 panorama

Foto 13

la 14 è il sotto del plastico con tutti i fili,tutti fissati solo con puntine da disegno ,ordinati e mai di traverso ,ma sempre ad angolo,con le giunte a bananine e relativa possibilità di inserire nelle bananine stesse,un altra bananina che collegata a un tester và a ispezionare eventuali malfunzionamenti,ma senza staccare i fili (una specie di sonda ecco )non so' esattamente ma credo che almeno un 3 km di fili là sotto ci siano,forse di piu'

plastico treni scala N 014 impianto elett sotto plastico

Foto 14

Il parco materiale rotabile , è composto da : 23 pezzi, trà locomotori, automotrici diesel e loco da manovra (ma in previsione c'è l'arrivo di 4 locomotive che si aggiungeranno al tutto); circa un centinaio di vagoni passeggeri e poi tutti i vagoni merci.
Preciso che ogni locomotiva ha il suo relativo reale treno che trainava , se old timer o traina se trattasi di treni in servizio effettivo.
I treni "riposano" nel deposito vagoni, e le loco nel deposito locomotive attorno alla piattaforma girevole. (come nella realtà).
Quando si và in linea la loco da manovra prende il treno e lo porta in stazione, poi la loco destinata esce dal dep.loc. si posiziona in testa al treno e poi "partenza", a fine viaggio il tutto all'inverso e tutto al suo posto!
Ecco spiegato, perchè quando lo faccio andare,le ore sembrano minuti e x fare un'esempio, iniziare alle ore 14 e trovarsi in un lampo alle ore 20 è facilissimo, se quindi qualcuno gradisce non solo vederlo ma anche giocarci un po' be metta in conto che ci vuole il tempo.

Per ora ci fermiamo qui, ma Falconcrest (Francesco) ci ha inviato molto altro materiale da visionare!

Vale veramente la pena di vederlo nei prossimi post che non mancheremo di pubblicare!

Al Prossimo post.

Enrico.

IL BLOG TUTTOSCALAN SU WINDOWS LIVE

Da oggi i post del blog tuttoscalan si possono visualizzare anche su Windows Live. Quindi anche gli utenti iscritti a Windows Live ora possono seguire le nostre novità sulla scala N.

Al prossimo post.

Enrico

mercoledì 18 febbraio 2009

COSTRUZIONE LOCOMOTORE FS D245 IN OTTONE (PRIMA PARTE)

Una nicchia di prestigio nel modellismo ferroviario è l'autocostruzione di rotabili in ottone. Perchè costruire in ottone? Gli oggetti ferroviari montati in ottone risultano essere molto ma molto più particolareggiati e vicini alla realtà di quelli pressofusi o di tipo economico e risultano avere, quindi a livello di collezionismo un valore più elevato. Con quest'ultimo materiale si possono costruire rotabili ma anche strutture statiche come piccoli edifici, impianti o segnaletica. Le varie parti vengono saldate a stagno. Comunque passiamo subito ad un esempio pratico sulla gentile concessione di Giuseppe, membro molto attivo del Forum Scala N. Giuseppe ha deciso di costruire una locomotiva D245 in ottone e documentare il tutto sul forum. Noi prendiamo da spunto il suo lavoro per vedere i vari passaggi dell'assemblaggio.
Abbiamo deciso di pubblicare uno stralcio dei messaggi che lui ha inviato nel forum per il fatto che ha eseguito veramente un ottimo lavoro, degno di un professionista e che potrebbe essere utile a chi volesse cimentarsi nell'autocostruzione di un oggetto ferroviario di questo tipo.
Il messaggio integrale si può comunque visionare entrando nel Forum Scala N, visitando le sezioni 'Autocostruzioni Scala N' e 'Autocostruzioni rotabili'.

Buona lettura a tutti.

Giuseppe scrive:

Eccomi con la D245
Come ho detto a Tonicoyote, ho iniziato il montaggio e penso di documentarlo man mano che va avanti.
Metterò una moneta vicino al pezzo fotografato perchè altrimenti con le macrofoto si rischia di perdere la proporzione.


così è come si presenta ora
cosi (o quasi) è come dovrebbe essere alla fine...
il pancone piegato e saldato.sempre il pancone, ma visto dall'interno con le saldature sugli angoli
sono state aggiunte le 4 scalette. I gradini sono stati fissati singolarmente.
qui si vedono i 10 fazzoletti triangolari fissati per reggere la pedana di calpestio.
Sono state montate le 6 balestre, 4 oliatori e uno spandi sabbia.
qui si vedono un oliatore e lo spandisabbia microfusi ancora da staccare
lo spandi sabbia prima della limatura dei pernetti di collegamento
dopo la limatura
nella microfusione della balestra che si vede a sinistra mancava l'asticella verticale di destra. L'ho ricostruita con un pezzetto di ottone e mi sembra che non si noti molto.
Quando poi sarà dipinta in nero penso si vedrà ancora meno.
Sono passato alla realizzazione della cabina di guida.
qui la vediamo aperta prima della piegatura.
ora la cabina è chiusa con una saldatura, la parte superiore deve essere piegata sui lati verso l'interno e saldata
all'interno vengono saldati nelle loro sedi due dadini che serviranno per il fissaggio al pancone
le parti superiori delle fiancate sono state piegate e saldate. In basso sivede la pedana piegata e saldata alla cabina.
il tetto è stato piegato sulla sagoma della cabina e sono stati fissati i particolati come il fischio e la parte superiore della marmitta
qui si vede il coprimotore aperto con già saldati la griglia, lo sportello superiore e il coprimarmitta sullo sfondo.
Il coprimotore è chiuso.
Ho lasciato un poco di luce tra il musetto anteriore e la copertura per poterlo stuccare e arrotondarlo come nella realtà invece che fare lo spigolo vivo
Adesso ho potuto saldare il coprimotore alla cabina.
Comincia a vedersi qualcosa.
...ho piegato e fissato le due pedane laterali, i fari anteriori e ho costruito il carrello per le ruote.
Poi ho fatto una prova di assemblaggio per vedere che tutto coincida.
Ora dovrò rismontare tutto, pitturarla e mettere righiere e accessori vari.

A questo punto non possiamo fare altro che ringraziare Giuseppe per il notevole contributo che ha dato a noi tutti appassionati di fermodellismo in scala N e fargli i nostri complimenti.

Autore: Giuseppe - Tratto dal forum Scala N

Al prossimo post
Enrico

venerdì 13 febbraio 2009

IL PLASTICO DI FALCONCREST (SECONDO INVIO)

Ci è pervenuto un secondo invio di 2 altre stupende foto sulla visione d'insieme del plastico di FALCONCREST (Francesco) che non abbiamo tardato a pubblicare in quanto le abbiamo ritenute molto interessanti e che possano arricchire di non poco il nostro blog.

Oltre che a vederle nell'album al link seguente: Il plastico di FALCONCREST ,

le abbiamo inserite direttamente in questo post in modo da farle arrivare a tutti gli utenti iscritti.



Come dati tecnici Francesco ci ha comunicato che l'ambientazione è in stile Svizzero/Tedesco e che l'impianto funziona in analogico/manuale.

Ottimo lavoro FALCONCREST, continua così!

Al prossimo post
Enrico.

mercoledì 11 febbraio 2009

IL PLASTICO DI FALCONCREST

Oggi, è stata inserita nell'album fotografico del blog la foto gentilmente inviata da FALCONCREST, al quale diamo il nostro benvenuto.
Ci mostra la visione generale del suo plastico. Veramente stupendo!

Per andarlo a visionare clicchiamo sul link che segue:

Il plastico di FALCONCREST

Al prossimo post

Enrico